Abbazia di Santo Stefano

Abbazia di Santo Stefano

Parrocchia di Santo Stefano - Via Rimembranza 2 - 37063 Isola della Scala - Cod. Fisc. 80005310232

Logo Abbazia di Santo Stefano

Barra

Consulta

La Consulta è una struttura rappresentativa che in diretta collaborazione con il Consiglio Pastorale Parrocchiale ha lo scopo di organizzare i progetti che coinvolgono, oltre alla parrocchia, altre realtà presenti sul territorio per questioni relative alla solidarietà, alla carità, alla formazione, alla cultura. La volontà è quella di trasmettere il messaggio di Cristo in tutte quelle attività che riguardano l’uomo e la sua realtà e di cercare un punto di riferimento comune che possa aiutare la realizzazione di progetti utili per la comunità.
Tale organismo è formato, oltre che dai membri del Consiglio Pastorale Parrocchiale, dai referenti dei gruppi presenti nella comunità parrocchiale, collegati al contesto ecclesiale.

Grafico Consulta

Elenco e descrizioni dei gruppi appartenti alla Consulta


PARROCCHIA DI ISOLA DELLA SCALA
CARITA’ – SOLIDARIETA’ – PREGHIERA

FORMATIVO – RICREATIVO – CULTURALE

LITURGIA

GRUPPI FAMIGLIA

SERVIZI VARI IN PARROCCHIA

GRUPPI DI COLLABORAZIONE CON LA PARROCCHIA

Descrizioni dei gruppi appartenti alla Consulta

PARROCCHIA DI ISOLA DELLA SCALA

Consiglio Pastorale Parrocchiale

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organismo formato da presbiteri (religiosi) e laici, per l'adempimento della missione della Chiesa, a livello della comunità parrocchiale. Di norma, il suo mandato ha la durata di quattro anni. E' presieduto dal Parroco, coadiuvato dal Moderatore e dall'Ufficio di Segreteria. Si riunisce all'inizio e al termine dell'anno pastorale e ogniqualvolta venga ritenuta opportuna la sua convocazione. Propone come stile di lavoro quello della comunione fraterna e dell'impegno, nella ricerca del bene comune della comunità parrocchiale. Il C. P. P. studia, programma e verifica l'azione pastorale della comunità, relativa alla sua crescita e all'evangelizzazione di tutti, cercando di: - sviluppare la coscienza ecclesiale dei laici; - far crescere la comunione tra presbiteri e laici; - proporre indicazioni e mezzi idonei all’attuazione del programma pastorale, secondo le esigenze dei vari settori ecclesiali : catechesi, liturgia, famiglia, giovani, carità, missionarietà, scuola, cultura, mondo del lavoro, tempo libero, mezzi di comunicazione sociale, impegno nel sociale, mondo della sofferenza; - analizzare ed eventualmente prendere posizione su tematiche sociali che interpellano la fede; - studiare i problemi, anche con il contributo di persone o gruppi della comunità o esterni ad essa. L'attività del C.P.P. viene periodicamente portata a conoscenza dell'intera comunità , attraverso il sito internet parrocchiale e le bacheche poste in cortesela.

Torna all'elenco

Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici

Il Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici è l’organo di collaborazione dei fedeli con il Parroco, ed è responsabile della gestione economica della parrocchia. Lo stesso collabora nel predisporre il bilancio parrocchiale per settori di attività, individuando i relativi mezzi di copertura ed esprimendo il proprio parere sugli atti di straordinaria amministrazione. Il C.P.A.E. è composto dal Parroco, dai vicari parrocchiali e da cinque fedeli che, nello svolgere il proprio ufficio, si attengono alla diligenza del buon padre di famiglia.

Torna all'elenco

CARITA’ – SOLIDARIETA’ – PREGHIERA

Apostolato della Preghiera

L’Apostolato della Preghiera si propone un cammino verso la santità, a partire dall’offerta quotidiana che trasforma la nostra vita e che ci unisce in una comunione universale di preghiera per la forza dello Spirito che abita nei nostri cuori e ci fa desiderare di avere gli stessi sentimenti che erano nel Cuore di Cristo affinchè, nutriti e modellati da Lui nell’Eucaristia e riconciliati con Lui nel sacramento della riconciliazione, possiamo metterci totalmente e di gran cuore a sua disposizione e a disposizione della sua Chiesa, sull’esempio di Maria, per l’avvento del suo Regno.

Torna all'elenco

Associazione “Amici dei F.lli Corrà”

L'Associazione Amici dei Fratelli Flavio e Gedeone Corrà è stata costituita il 20 aprile 1995, ad opera di 63 soci fondatori. Primo presidente dell’Associazione venne nominato l'avv. Fabio Spaziani, primo assistente ecclesiastico mons. Angelo Boscarini, già curato nella parrocchia di Isola della Scala e direttore spirituale dei due fratelli. L'Associazione si proponeva di dare inizio alla causa di beatificazione e canonizzazione dei due fratelli Corrà, in virtù del loro ruolo di "testimoni di Cristo e della Patria", vissuto in maniera eroica ed esemplare. Il 14 settembre 2000 il Vescovo di Verona, Padre Flavio Roberto Carraro, apre ufficialmente i due processi diocesani di beatificazione e li chiuderà sabato 17 maggio 2003, con una solenne celebrazione eucaristica nella nostra chiesa abaziale. Tutta la documentazione dei due processi viene quindi consegnata alla Congregazione vaticana per le cause dei santi, per la parte del percorso di propria competenza. Nel maggio 2006, i due fratelli sono scelti quali laici "testimoni di Cristo Risorto" per rappresentare il Triveneto nel Convegno Ecclesiale dei Vescovi italiani, svoltosi a Verona nel mese di ottobre dello stesso anno. Ora, emanati dalla Congregazione vaticana i decreti per la validità degli atti, l'Associazione sta lavorando per la stesura della "positio", da sottoporre, una volta ultimata, all'esame della Commissione dei Cardinali per il verdetto definitivo.

Torna all'elenco

Associazione Laici Amore Misericordioso (LAM)

Per favorire una maggiore condivisione del proprio carisma ed una più stretta ed efficace collaborazione tra i laici, la Famiglia dell’Amore Misericordioso ha dato vita all’Associazione laicale Amore Misericordioso. Tale Associazione consiste in un’unione di laici cristiani che partecipano, secondo la loro vocazione specifica, al carisma, alla spiritualità, e alla missione della famiglia religiosa dell’Amore Misericordioso. (Statuto LAM art.1) Il fine dell’Associazione è di favorire la santità della vita cristiana nei laici e di coinvolgerli più attivamente nella diffusione del vangelo, secondo le indicazioni del magistero della Chiesa, alla luce della spiritualità dell’Amore Misericordioso. (Statuto LAM art.2) Il carisma è un dono che viene dall’Alto, che il Padre elargisce alle sue creature e mediante il quale ogni uomo realizza la propria somiglianza con Dio. Il contenuto essenziale del carisma, trasmesso dallo Spirito a Madre Speranza è: Dio, Amore Misericordioso, si è manifestato nel Signore Gesù, ricco di misericordia con ogni uomo, specialmente con chi è povero e misero, sofferente e peccatore. Per fare in modo che questa Rivelazione del Signore come Amore Misericordioso arrivi all’umanità, Madre Speranza ha fondato due Congregazioni religiose, con sei modalità di appartenenza, che costituiscono un’unica famiglia. Queste due Congregazioni, scrive madre Speranza nel libro delle usanze FAM, sono una stessa cosa, con lo stesso programma di carità; formando una stessa Famiglia, si aiuteranno reciprocamente, si ameranno come veri fratelli, si tratteranno sempre con il massimo rispetto, sempre disposti a sacrificarsi gli uni per gli altri, e a lavorare insieme nell’esercizio della carità. Nel nostro gruppo, ci incontriamo con cadenza mensile, guidati dall’Abate. Ci sentiamo interpellati a vivere legami di amicizia e familiarità tra noi, portando in questo modo a ciascuno, il conforto, la vicinanza e l’aiuto morale o materiale, che via via le varie situazioni ci presentano. Il gruppo ha adottato una famiglia in Romania e, attraverso molti dei suoi membri, collabora a favore delle adozioni a distanza. L’intento principale è quello di camminare insieme in una spiritualità che ci apre a rapporti di comprensione e sostegno, soprattutto in situazioni difficili.

Torna all'elenco

Associazione “Piccola Fraternità”

La Piccola Fraternità è nata nel 1979, su ispirazione di don Giorgio Scarsini e grazie alla disponibilità di persone che vi si sono messe a servizio, come espressione della carità della Parrocchia. Nasce come luogo di incontro e accoglienza nei locali parrocchiali in Cortesela e successivamente diventa associazione di volontariato. È una comunità alloggio per disabili; da anni porta avanti progetti a favore dell'Infanzia, dell’Adolescenza e della Famiglia. E’ sempre aperta ai bisogni della comunità locale, come luogo di incontro, preghiera, accoglienza, amicizia, sollievo, traendo ispirazione dal messaggio evangelico della carità e dal mistero eucaristico ed esprimendo l'attenzione della comunità ecclesiale verso gli ultimi. Attorno all'associazione ruotano circa un'ottantina di volontari, sia giovani che adulti, con la volontà di rimanere un'espressione della carità della Parrocchia.

Torna all'elenco

Gruppo “Amici Piccola Fraternità”

Gli Amici della Piccola Fraternità sono stati e sono tutti coloro che accompagnano la vita della stessa con gesti di generosità e saggezza, con la partecipazione alle scelte per la crescita, non solo della casa, ma anche dell'essere segno all'interno della Comunità parrocchiale, con la partecipazione alle attività della Piccola Fraternità. Gli adulti, con l'esempio e la testimonianza di una presenza costante, assidua e attiva, hanno coltivato e promosso la partecipazione dei giovani. Negli anni, insieme hanno promosso momenti di fraternità, condivisione, festa e soprattutto amicizia: feste di compleanno, ultimo dell'anno, festeggiamenti vari, uscite e gite, momenti di preghiera, riflessione e adorazione, il soggiorno marittimo. Gli Amici sono stati, sono e saranno coloro che accolgono le parole di don Giorgio all'inizio della vita della Piccola Fraternità, “... E' giunto il momento di sentirci tutti più responsabili, tutti più interessati come cristiani a non lasciare nessun fratello nel bisogno, privo dell'amore della comunità... Le parole, anche quelle che si dicono dal pulpito, diventano logore ed inefficaci, se non sono accompagnate da gesti concreti e coerenti. Oggi siamo tutti chiamati ad offrire al mondo segni più visibili e più credibili della nostra fede cristiana...

Torna all'elenco

Operazione Mato Grosso (O.M.G.) - Adulti

In Italia, gli adulti dell’O.M.G., attraverso l'Associazione Don Bosco 3A e altre Associazioni, con il loro lavoro gratuito, organizzano mostre ed esposizioni per vendere quanto prodotto in Perù. Il guadagno della vendita di mobili, marmi e lavori femminili viene inviato interamente in Perù, per pagare gli artigiani e le spese, e finanziare opere sociali e caritative (scuole, ospedali, case per anziani e disabili, acquedotti). La vendita di mobili e tessuti dà la speranza di un futuro più dignitoso a tanta povera gente e la possibilità ai ragazzi della Cooperativa Don Bosco di poter vivere dignitosamente nella propria terra. Gli adulti, inoltre, gestiscono Rifugi di montagna e altri servizi, ricavando risorse per la missione. Nella provincia di Verona, i collaboratori sono una settantina. A Isola della Scala, gli adulti che partecipano più attivamente sono 4, ma in alcune occasioni collaborano anche una quindicina di amici.

Per ulteriori informazioni:      Giuliano 3387085883      Flavio 3486418668

Torna all'elenco

Operazione Mato Grosso (O.M.G.) – Giovani

E’ un movimento che si propone l'educazione dei giovani, attraverso il lavoro gratuito per i poveri di alcuni paesi dell'America Latina. Per mezzo del lavoro, i giovani intraprendono una strada, che li porta a scoprire alcuni valori fondamentali per la loro vita: la fatica, il "dare via" gratis, la coerenza tra le parole e la vita, lo spirito di gruppo, il rispetto e la collaborazione verso gli altri, la sensibilità e l'attenzione ai problemi dei più poveri, lo sforzo di imparare ad amare le persone. In Italia, i giovani si riuniscono in GRUPPO durante la settimana e organizzano CAMPI DI LAVORO nei fine settimana. Attualmente sono in missione 3 ragazzi isolani: Carlo (per la durata di 3 anni), Luca (1 anno), Cecilia (6 mesi); gli altri 10 che fanno parte del gruppo di Isola della Scala sono già stati in missione negli ultimi anni, per periodi dai 6 mesi ai 2-3 anni. I volontari offrono il loro lavoro in forma gratuita.

Per ulteriori informazioni:       Michele 3281266515      Silvana 3287307567

Torna all'elenco

Gruppo Missione e Pace

Nel gruppo Missione e Pace siamo una quindicina di persone, che si interessano di:
- vendita dei prodotti del commercio equo e solidale;
- sostegno delle adozioni a distanza in Sudan e Brasile ( circa 180 famiglie isolane);
- contatti con i missionari.

Le nostre finalità sono:
- vivere il Vangelo attraverso la missione;
- stimolare una mentalità missionaria, sensibilizzando e informando sulle realtà del Terzo Mondo.

Torna all'elenco

Gruppo San Vincenzo

L’attività della San Vincenzo di Isola della Scala, composta da circa una ventina di soci volontari, riguarda l’aiuto economico e sociale a quelle persone o famiglie che, in particolari momenti della loro vita, hanno bisogno di sostegno.

Torna all'elenco

UNITALSI

L’attività dell’UNITALSI si esplica principalmente nell’organizzazione dei pellegrinaggi ai Santuari di Lourdes, Loreto, Fatima e Banneux, dove vengono accompagnati gli ammalati e i disabili.

Torna all'elenco

Associazione “Opera Fratelli Corrà”

L’organizzazione di volontariato “Opera Fratelli Corrà” si è costituita il 27/07/2007 a Isola della Scala ed è iscritta al registro regionale delle associazioni.
La nostra sede è presso il Palazzo Rebotti, gentilmente concesso dal Comune di Isola della Scala, in via Rimembranza 9, dall’estate 2011.
Il direttivo eletto il 24/05/2011 risulta così composto:
Presidente: Giuseppina Scipolo. Vice-presidente: Francesco Chiavegato.
Segretaria: Annamaria Bersani. Vice-segretaria: Giovanna Falavegna
Amministratore: Sergio Benedini. Vice-amministratore: Lino Tescaroli
Addetta alle pubbliche relazioni: Rosanna Rizzi. Consigliere: Renato Pasetto.
Il direttivo è convocato il secondo giovedì di ogni mese.
Scopo della nostra organizzazione di volontariato è divulgare quanto Gedeone e Flavio Corrà ci hanno insegnato, cioè aiutare il prossimo in difficoltà.
Ci finanziamo con le iscrizioni dei 30 soci, con le offerte dei benefattori e con il 5 per mille.
1) Operiamo gratuitamente, incontrando tre volte la settimana, i nonni della locale Casa di Riposo “Benedetto Albertini”, nel rispetto della loro dignità e a tutela dei loro diritti.
2) Preghiamo, con cadenza quindicinale, durante l’Adorazione Eucaristica in abbazia o in oratorio, con la recita del Santo Rosario e dei Vespri, in comunione con la Chiesa mondiale.
3) Con il Movimento Mariano “Regina dell’Amore” di San Martino di Schio, recitiamo il Santo Rosario in diretta mondiale su Radio Kolbe, il terzo sabato dei mesi di luglio e novembre.
4) Portiamo a buon fine le 50 adozioni a distanza a Guruè (Mozambico), dove abbiamo collaborato alla costruzione e al mantenimento della scuola di alfabetizzazione Fratelli Corrà e della Casa di Accoglienza di Padre Luciano Cominotti.

Torna all'elenco

Piccola famiglia di S. Francesco e Padre Pio

La piccola famiglia di San Francesco e di Padre Pio è un'associazione laicale che si colloca tra le associazioni private di fedeli, senza scopo di lucro. Finalità della comunità è quella di curare la formazione dei fratelli mediante una Scuola di Perfezionamento Spirituale per Laici.

P. Pio ha affidato ad una laica, sua figlia spirituale, il compito di avviare questa piccola opera francescana, che si ispira ad una vita di semplicità evangelica, in collaborazione con i sacerdoti.

Il gruppo di Isola della Scala è composto da circa una decina di persone. Quattro di noi sono in cammino da più di dieci anni per imparare a vivere l'esperienza comunitaria di abbandono alla volontà di Dio; nel tempo, si sono aggregati gli altri, attratti dalla semplicità e dalla spiritualità di questa preghiera.

Due volte al mese, ci riuniamo a casa di uno di noi e preghiamo il rosario silenzioso; seguono poi l'invocazione allo Spirito Santo, la preghiera del cuore, che si sviluppa quando dentro di noi riusciamo a fare silenzio interiore, il ringraziamento allo Spirito Santo, con la preghiera personale, e la lettura di alcune pagine di "Luce nella luce". Due volte al mese, ci riuniamo alla Gabbia dove, guidati da alcuni frati francescani, ascoltiamo la catechesi su un tema. Quest'anno il tema scelto è: "La vita di S. Francesco, la nostra famiglia, questi tempi".

Torna all'elenco

Cooperativa “LA SCINTILLA”

La SCINTILLA è una cooperativa sociale di solidarietà, che opera in Isola della Scala dal 1982.
La sede è presso la Casa del Cedro.
Le sue finalità sono quelle di attuare la promozione umana e l’integrazione sociale delle persone con disabilità e/o svantaggio, e offrire alla comunità locale, in particolare ai giovani, varie occasioni per favorire la pratica dell’accoglienza e dell’inclusione sociale di ogni persona che presenti disagio.
La Cooperativa gestisce un Centro Diurno e un Gruppo Appartamenti, denominato “Residenza Prof. M. Modena”.
Nel Centro Diurno sono accolti attualmente 23 disabili (tra i 26 e i 65 anni), con patologie medio-gravi, seguiti da personale specializzato dipendente (una coordinatrice, 2 educatrici e 6 operatori socio-sanitari). Le attività svolte sono realizzate nei vari laboratori (carta riciclata, teatro, informatica, motoria, giornale, assemblaggi vari), che vengono proposti agli utenti, in base alle loro capacità, attitudini e potenzialità.
Presso la Cooperativa operano anche diversi volontari, che aiutano gli operatori nell’assistenza sui pulmini e nelle altre attività del Centro. La “Residenza prof. M. Modena” é composta da 4 appartamenti, presso i quali sono accolte persone con disabilità e disagio sociale, attraverso progetti di vita indipendente. I servizi della Cooperativa sono sostenuti economicamente da convenzioni con le ULSS di provenienza degli utenti e da donazioni e contributi di privati cittadini e associazioni locali.

Torna all'elenco

FORMATIVO – RICREATIVO – CULTURALE

Cinema Teatro “Capitan Bovo”

Questa realtà, collegata agli ambienti parrocchiali, si propone lo scopo della divulgazione della cultura in tutti i suoi aspetti.
Pellicole cinematografiche, opere teatrali, conferenze e concerti musicali, offrono ai cittadini molteplici possibilità di aggregazione, condivisione e confronto; il tutto, grazie al lavoro e alla disponibilità di circa 90 volontari, senza i quali non sarebbe possibile realizzare questi obiettivi.

Torna all'elenco

C.T.G. “El Fontanil”

Il C.T.G. “El Fontanil” è un’associazione non commerciale, apolitica, apartitica, senza fini di lucro e di ispirazione cristiana. Aderisce al C.T.G. (Centro Turistico Giovanile) nazionale, regionale e provinciale, di cui condivide le finalità, lo statuto e il regolamento.
L’Associazione si propone la promozione turistica, culturale, ambientale ed enogastronomica del territorio di Isola della Scala e della Bassa Veronese, attraverso molteplici iniziative, come: visite guidate, conferenze, mostre, corsi culturali informativi, di formazione ed altro.
Ispirandosi alla concezione cristiana dell’uomo e della vita, l’Associazione promuove e realizza un progetto educativo e di formazione integrale della persona, agendo nell’ambito del turismo, dell’ambiente, del volontariato culturale e del tempo libero.
La partecipazione alle attività è aperta a tutte le persone disposte ad impegnarsi.
Il numero dei soci iscritti è circa 80, mentre i soci attivisti sono circa 20.

Torna all'elenco

Cenacolo “Cardinale Giulio Bevilacqua”

Il Cenacolo Cardinale Giulio Bevilacqua è un’associazione di ispirazione cristiana, che intende promuovere fra i propri aderenti l’arricchimento spirituale e culturale, attraverso incontri periodici, dedicati alla discussione e all’approfondimento di argomenti vari.
Gli incontri sono usualmente il lunedì sera, in un locale messo a disposizione dalla parrocchia, con una periodicità all’incirca mensile.
Oltre ad argomenti di carattere religioso, vengono spesso affrontati altri temi, che vanno dalla storia locale e generale, alle novità scientifiche, da argomenti di economia, a riflessioni legate all’attualità.

Torna all'elenco

Circolo NOI

Il Centro Ricreativo Santo Stefano, affiliato all’Associazione NOI, opera da parecchi anni all’interno della nostra Comunità di Isola della Scala, offrendo a tutti gli associati e a quanti si vogliano accostare, uno spazio dove è possibile praticare varie attività ricreative e sportive, indirizzate ad adulti, ma soprattutto a giovani e bambini, in un ambiente che garantisce una serena aggregazione.
Le strutture del Circolo, inoltre hanno beneficiato nel corso degli anni di vari interventi e migliorie, attuate in modo da rendere sempre più accogliente l’ambiente per tutti coloro che ne volessero usufruire.
Il circolo viene gestito da volontari che offrono parte del loro tempo libero a favore di tale realtà.
Da sempre, l’attività del Circolo NOI si attiva grazie all’apporto del Volontariato. I soci stessi, infatti, partecipano attivamente alla programmazione, alla gestione e allo sviluppo di tutte le attività promosse dall’Associazione.
Uniti in associazione di circoli e oratori, abbiamo scelto di essere insieme, mettendoci in gioco per maturare il progetto di educazione-formazione, sulle orme dei valori evangelici e della visione cristiana della società e dell’uomo. Investire sulla persona e sulla comunità ci permette di intraprendere con serenità ogni sfida, puntando con fiducia su noi stessi, ma uniti. Crescere come associazione, significa per NOI condividere obiettivi come la testimonianza, il dono e il servizio, che nascono dall’azione comune di chi sceglie di non agire singolarmente, ma di ascoltare gli insegnamenti di quella scuola di aggregazione e solidarietà che è da sempre l’oratorio.

Torna all'elenco

Colonia Maria Assunta

Il Comitato di Gestione della colonia si occupa della gestione della struttura e dell’organizzazione delle varie attività proposte (colonia per minori e casa per ferie per adulti, anziani, famiglie e gruppi).

Numero dei partecipanti: 130 volontari addetti ai servizi + 70 animatori/assistenti per ogni stagione estiva, per la gestione di 430 bambini/ragazzi minori + 290 adulti (dati 2011).

Finalità del gruppo: la struttura accoglie e ospita diverse esperienze.
Ai bambini/ragazzi propone una vacanza formativa animata, con un percorso educativo adatto all'età, che li aiuti a crescere divertendosi.
Ai giovani animatori offre l'opportunità di un’ esperienza di servizio gratuito, rivolto ai fratelli minori, che li porta a condividere tutte le attività educative e di svago.

Torna all'elenco

Gruppo Animatori Adolescenti

Il Gruppo degli Animatori Adolescenti è composto da 23 giovani. Siamo suddivisi in 6 gruppetti diversi, ognuno corrispondente ad un’annata adolescenti. Ogni annata tratta una tematica differente, concordata in precedenza con don Luca e gli altri animatori.
Inoltre ci organizziamo autonomamente, per definire come svolgere concretamente gli incontri del sabato sera, che vogliono essere un’occasione per spronare i ragazzi a confrontarsi tra loro e a discutere tematiche rilevanti. Tutto questo aiuta loro, ma anche noi animatori, a riflettere sui valori importanti della nostra vita e sul messaggio d’amore di Gesù.
Per una formazione personale, ci troviamo tra noi e, guidati da don Luca, viviamo momenti di preghiera, dialogo e confronto riguardo alle proposte parrocchiali che ci impegnano e coinvolgono i giovani adolescenti.

Torna all'elencoo

Gruppo Animatori Centri di Ascolto

Il Gruppo Animatori dei Centri di Ascolto è formato da 22 coordinatori.
E’ nato allo scopo di realizzare un’evangelizzazione che accompagni gli adulti a riscoprire e consolidare la propria fede o ad avvicinarsi al primo annuncio.
L’itinerario proposto prevede generalmente quattro incontri serali in Avvento e quattro in Quaresima, che approfondiscono brani del Nuovo o dell’Antico Testamento, concordati in parrocchia o proposti dalla Diocesi.
Ogni Centro di Ascolto ha come riferimento per il ritrovo una famiglia, alla quale può unirsi chi lo desidera.
Ciascun incontro si articola in specifici momenti: preghiera iniziale, introduzione al brano, lettura del testo, interventi – attualizzazione, preghiera conclusiva.
Gli animatori si preparano agli incontri, attraverso momenti comunitari, guidati dall’Abate e da un’animatrice, e di studio individuale, avvalendosi di testi specifici e altro materiale.

Torna all'elencoo

Gruppo Catechiste Elementari

Siamo un gruppo di 35 catechisti di bambini e ragazzi del ciclo delle elementari. Ci sentiamo impegnati in prima linea a condividere con i ragazzi, la certezza di avere un Padre che ci ama e ci perdona (Sacramento della Riconciliazione) e attraverso il Figlio Gesù ci chiama (Sacramento dell'Eucaristia) e ci raduna in una grande assemblea che è la Chiesa.
Siamo aiutati e sostenuti dai nostri sacerdoti, con sussidi e materiali messi a nostra disposizione dalla diocesi.

Torna all'elencoo

Gruppo Catechiste Medie

Nel nostro gruppo siamo circa 8 catechiste per ogni anno, suddivise in quattro o cinque gruppi, secondo il numero dei ragazzi partecipanti.
La tematica scelta per le classi prime è “Le Beatitudini”, mentre per le seconde è “I doni dello Spirito Santo”. Con il tema delle Beatitudini, inizia un cammino di responsabilizzazione, impegno e disponibilità verso gli altri, che viene poi ripreso e completato in seconda media, trattando la tematica relativa ai doni dello Spirito Santo. Per fare tutto ciò, vengono utilizzati sussidi, schede e giochi.
Per la terza media, considerando che i ragazzi sono nella fase della preadolescenza, viene fatto un cammino con uno stile un po’ diverso dal solito. Ci ci si trova in gruppi più numerosi e si trattano argomenti più vicini ai ragazzi, come l’amicizia, l’amore, ecc.
I ragazzi vengono seguiti da giovani di circa 20 anni, che seguono precedentemente un percorso di formazione personale.

Torna all'elencoo

Gruppo Scout

Il Gruppo Scout Tartaro Tione 1 nasce ufficialmente nel 2004. Fa parte dell’Agesci (Associazione Guide Scout Cattolici Italiani) ed opera nel territorio dei comuni di Isola della Scala, Nogara, Erbè e Sorgà.
Rivolge la propria attività nella fascia di età compresa fra i 9 e i 22 anni. Le proposte sono fatte ai ragazzi secondo il principio metodologico del fare: "Strada, comunità e servizio", con l'obiettivo di incidere nelle loro scelte di vita.
Si guarda alla formazione del carattere, si dà la giusta attenzione alla salute e alla forza fisica, al servizio verso il prossimo, alle abilità manuali, alla vita all'aria aperta.
Fra le finalità perseguite dal gruppo, vi è quella fondamentale di aiutare i giovani a crescere secondo i principi e i valori cristiani proposti dall’associazione scout Agesci, che li aiutino a diventare fondamentalmente dei buoni cittadini, attenti soprattutto alle tematiche sociali ed ambientali.
Alcuni dei motti che usiamo con i ragazzi sono: "Essere forti per essere utili", "In ognuno c'è almeno un 5% di buono", "Tutto quello che facciamo è per lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato!", "Il miglior modo per essere felici è quello di fare la felicità degli altri.” Tutto questo, sulla base di un progetto educativo condiviso all’interno della comunità di adulti in servizio educativo, secondo le direttive nazionali dell’associazione e dei documenti CEI della Chiesa cattolica.
In questi anni, il gruppo ha superato i cento censiti.
Il metodo prevede anche il continuo aggiornamento e la formazione dei capi educatori.

Torna all'elencoo

Ordine Francescano Secolare

La fraternità si è costituita nel 1875. Un tempo era molto attiva, con diverse professioni; ora siamo rimaste solo in 15 sorelle professe.
Noi francescane seguiamo la regola di San Francesco d'Assisi: preghiamo, ascoltiamo la Parola di Dio e soprattutto ci accostiamo all'Eucaristia, che per noi è il pane quotidiano.
La nostra fraternità si riunisce due volte al mese per la catechesi, tenuta alternativamente dal Padre assistente e, da circa un anno, dall'Abate don Roberto.
Come sorelle francescane, diamo un aiuto per la pulizia della chiesa e per stirare le tovaglie. Il venerdì si va alla Casa di Riposo per fare animazione, su invito della vice ministra. Due volte all'anno, facciamo visita alle nostre sorelle ammalate.
La Fraternità è comunque aperta a fratelli e sorelle.

Torna all'elencoo

Scuola Infanzia Don Adami

La Scuola dell'Infanzia Don Antonio Adami è ospitata in uno degli edifici parrocchiali.

Trattasi di scuola pubblica paritaria, federata alla FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) e l'ispirazione cattolica ne costituisce il fulcro.
 
Essa svolge il proprio ruolo didattico, ispirandosi ai fondamentali valori cristiani e ciò in stretta collaborazione con la famiglia, contesto educativo primario e insostituibile del bambino, del quale intende promuovere lo sviluppo, attraverso la risposta attenta e puntuale a tutte le sue esigenze materiali, culturali, psicologiche e spirituali.

La scuola è gestita da un Comitato, formato da componenti di diritto (tra cui il Parroco-Abate) e da componenti scelti tra i genitori dei bambini frequentanti, eletti nell'assemblea generale e in carica per tre anni. Tra i componenti viene eletto il Presidente. Ruolo e funzioni di Comitato e Presidente sono regolati dallo Statuto.
 
La scuola Don Adami è una delle realtà educative più apprezzate del nostro territorio, come è testimoniato anche dalla necessità, che si è presentata per ben due volte negli ultimi anni, di ampliare strutture, spazi e organici, (di recente si è aggiunta una nuova sezione), di fronte alle aumentate richieste di iscrizione da parte delle famiglie che, sempre più numerose, hanno inteso condividere il progetto educativo e formativo offerto dalla scuola.

L'ampliamento è stato reso possibile anche grazie alla disponibilità e al tempo messo a disposizione da numerosi genitori, che hanno offerto il loro aiuto secondo quello spirito di collaborazione e partecipazione delle famiglie, che è davvero uno dei tratti notevoli che contraddistinguono la Don Adami, in questa come nelle numerose iniziative e attività che si presentano durante l'anno scolastico.

Rappresenta inoltre un’ importante realtà lavorativa, impiegando presso le sue strutture 11 insegnanti e 5 ausiliarie.

Offre una cucina interna per la preparazione in loco dei pasti: ciò garantisce un servizio davvero eccellente e apprezzato dai bambini e dalle famiglie.

Durante l'attuale anno scolastico 2010-2011, la scuola accoglie 142 bambini, suddivisi in 6 sezioni eterogenee, contraddistinte da colori . A seconda delle fasce di età, i bambini vengono inseriti come bruchi (tre anni, piccoli), ricci (quattro anni, medi) e tartarughe

Torna all'elencoo

LITURGIA

Cappella Musicale

La Cappella Musicale di Isola della Scala è una formazione corale, composta da una trentina di coristi, che ha come scopo prioritario l'animazione della liturgia con il canto polifonico.
Svolge anche un'intensa attività concertistica, con l'obiettivo di sostenere la cultura musicale e l'amore per la musica nella nostra Comunità, nonchè di valorizzare le notevoli doti sonore del nostro organo abbaziale.

Torna all'elencoo

Gruppo Undicietrenta

Il gruppo Undicietrenta è formato da persone che si occupano dell'animazione liturgica della Messa domenicale delle 11,30 e di attività di supporto alla parrocchia.
Le passioni che legano tutti i partecipanti sono la musica, il canto, lo stare assieme e non da ultimo il rendersi utili alla comunità. Molte sono le persone del gruppo che partecipano ad altre attività parrocchiali in qualità di catechisti, di animatori adolescenti, di volontari del NOI, ecc.
Il numero dei partecipanti si aggira, normalmente, intorno alla trentina di persone e varia a seconda dei nuovi arrivi e di qualche abbandono. Oltre a ciò, il gruppo partecipa ad attività culturali di tipo teatrale e musicale.

Torna all'elencoo

Organisti

Agli organisti è affidato il compito di accompagnare e sostenere il canto durante le celebrazioni liturgiche: le Sante Messe vigilari , festive, le esequie ed ogni altro momento in cui l’accompagnamento musicale possa risultare particolarmente significativo.
S. Agostino, nella sua “Esposizione sui salmi”, scrive: “Chi canta prega due volte”.
Invitare al canto, significa quindi invitare a pregare intensamente.
Per questo motivo, anche i registri scelti, i toni e le melodie sono in sintonia, di volta in volta, con i diversi momenti sia delle celebrazioni, che dei tempi liturgici.

Torna all'elencoo

Ministri Straordinari dell’Eucaristia

Siamo un gruppo di 29 persone, di cui alcune coppie, alle quali l'Abate ha conferito il mandato non permanente di Ministro Straordinario dell'Eucaristia.
Il ministro straordinario si mette a servizio delle persone che, per malattia o anzianità, non possono partecipare alla Messa domenicale e alla Comunione sacramentale. Si reca nelle famiglie periodicamente, instaurando un rapporto di umile rispetto, nell'ascolto, nella comprensione, nella condivisione del Vangelo e nella preghiera, creando un dialogo in fraternità e amicizia.
Il ministro si impegna ad accompagnare il servizio eucaristico, attraverso un rapporto umano ed ecclesiale, rendendosi testimone dell'amore di Cristo e dell'interessamento della comunità cristiana, unita nella preghiera.
Oltre a questo, il ministro dona la sua disponibilità anche in parrocchia, aiutando i sacerdoti nella distribuzione della Comunione durante le Messe.

Torna all'elencoo

Gruppo Lettori

Il Gruppo Lettori è composto da tutte quelle persone che hanno dato la loro disponibilità a proclamare le letture durante la celebrazione delle Messe. Per il gruppo ufficiale, che si ritrova una o due volte all'anno per fare il punto della situazione, viene predisposto un calendario dei turni di lettura, che copre tutte le Messe vigilari e festive. A questi, si aggiungono di volta in volta le persone che al momento della Messa sono disponibili al servizio, in sostituzione di eventuali persone assenti.

Torna all'elencoo

Presepio artistico

Il gruppo è composto da circa 10 volontari che si occupano della realizzazione del Presepio.
I componenti si sono sempre posti l'obiettivo di creare degli allestimenti innovativi, che superassero la tradizionale concezione di presepio statico, che può essere ammirato da un solo punto di vista, quello frontale.
I presepi vengono dunque strutturati in modo che il fedele possa entrare materialmente all'interno dell'allestimento, con una visione a tutto tondo, completa, del luogo in cui è nato Gesù Cristo, estraniandosi per un attimo dal mondo reale, per diventare quasi un personaggio del presepio, partecipando in prima persona all'evento della Natività.
Queste realizzazioni sono state molto apprezzate, e in particolare quella dell' anno 1996 che ha vinto il primo premio del concorso PRAESEPIUM ITALIAE, patrocinato dall' Associazione Nazionale Amici del Presepio delle Madonie e di Sicilia, nella sezione "Presepi parrocchiali".
Il gruppo ha inoltre realizzato nel 1996, nel 1998 e nel 2000 una riproduzione del Santo Sepolcro.
L'allestimento del Sepolcro era suddiviso in due momenti: durante la Settimana Santa, il fedele in visita si trovava innanzi al Sepolcro chiuso, mentre dal giorno di Pasqua, il Sepolcro era vuoto, trasformato dalla "forza della Resurrezione".
Il Sepolcro era stato allestito per avvicinare ogni fedele ai fatti dolorosi della Via Crucis, in modo da poter meditare più efficacemente nel cuore le sofferenze del Signore Gesù.
Il sepolcro realizzato in occasione della Santa Pasqua 2000 è stato visitato da oltre 5.000 persone e il presepio dello stesso anno da oltre 7.000.

Torna all'elencoo

Presepio vivente

Le rappresentazioni del presepio vivente a Isola della Scala sono iniziate nel 2001.
Nei primi quattro anni, le figurazioni si sono svolte in tre giorni diversi: la prima all’aperto, la domenica precedente il Natale; le altre in Chiesa, alla vigilia di Natale e all’Epifania.
In seguito, si è esclusa la rappresentazione all’aperto per le difficoltà che comportava e si è proseguito con le due celebrazioni in chiesa, eccetto l’anno scorso e quest’anno, presso la Basilica di San Zeno a Verona.
Le finalità che si propone il gruppo sono di portare sempre più persone a conoscenza del significato della nascita del Bambino Gesù.
Attraverso la storia narrata nella Bibbia, il predire dei Profeti, l’Annuncio dell’Angelo a Maria, o la Narrazione di San Francesco, si rendono partecipi i presenti del messaggio d’Amore di Dio.
Il numero dei partecipanti è cambiato nel tempo, passando da più di 150 negli anni scorsi, ai 50 attuali, mentre l’età va dai pochi mesi, per i bimbi che rappresentano Gesù, agli ottant’anni.
Nei primi anni sono intervenuti anche tre cori. I primi incontri di preparazione si svolgono in ottobre, per decidere e comporre il testo, che ogni anno è diverso, e la divisione dei ruoli, da protagonisti o da comparse, secondo la disponibilità e le capacità individuali. A novembre iniziano le prove.

Torna all'elencoo

GRUPPI FAMIGLIA

Gruppo della Domenica

Siamo un gruppo che, dal 2001, si trova in incontri periodici, con la finalità di approfondire la parola di Dio, riferendola alla propria esperienza di vita. Attualmente siamo in 8 coppie e 4 persone singole. Gli incontri, a cadenza mensile, da ottobre a giugno, vengono fatti in una sala parrocchiale dalle 18.00 alle 20.00, concludendo con una cena al circolo NOI, di cui siamo soci.
Ogni incontro viene preparato da una coppia. Il tema viene scelto annualmente.
A giugno viene fatto un incontro di verifica, nell'ambito di una gita, organizzata in una località significativa.

Torna all'elencoo

Gruppo Sposi

Il Gruppo Sposi è composto da circa 90 coppie che, divise in 11 gruppi, mensilmente si ritrovano per fare un cammino di crescita nella fede in un clima di fraternità e discrezione, attraverso il confronto, l'incoraggiamento, l'amicizia e la testimonianza.

In ogni incontro, dopo la preghiera iniziale e la lettura di un brano della Bibbia, si ascolta la meditazione registrata di don Roberto su quel brano. Quindi inizia la riflessione personale e nella coppia, cui segue la condivisione con le altre coppie. Infine si cerca di trovare un atteggiamento concreto da mettere in pratica nella vita quotidiana.

Dopo due anni di cammino, ci sentiamo di proporre questa esperienza a qualunque coppia, senza limiti di età, che abbia il desiderio di mettersi in ascolto della Parola di Dio, di imparare uno stile di preghiera di coppia e tra coppie, per condividere gioie e fatiche della vita coniugale.

Il materiale degli incontri già svolti è disponibile sul sito dell'Abbazia di Isola della Scala, tramite password.

Chi volesse formare un nuovo gruppo, o aggregarsi a uno esistente, può rivolgersi in canonica a don Roberto o don Luca.

Torna all'elencoo

SERVIZI VARI IN PARROCCHIA

Gruppo Fioriste

Il Gruppo Fioriste si è costituito da circa un anno ed è formato da tre volontarie.
Il suo scopo è il decoro dell’Abbazia, in particolare del presbiterio, dell’altare della Madonna e del Crocifisso, e dell’Oratorio, con creazioni floreali e piante ornamentali.
Le attività svolte durante il periodo dell’anno, con particolare attenzione al tempo del Natale, della Pasqua e a ricorrenze significative, riguardano la cura delle piante ornamentali e la creazione di composizioni floreali, che contribuiscono ad arricchire il rendimento di grazie della liturgia.

Torna all'elencoo

Gruppo Foglietti Liturgici e monetine

Il gruppo si ritrova tutti i venerdì pomeriggio per il lavoro di finitura dei Foglietti Liturgici per la celebrazione della domenica successiva, allo scopo di favorire una migliore partecipazione da parte di tutti.
Alcune persone del gruppo sono a disposizione ogni settimana anche per la contabilità delle offerte, raccolte a favore della gestione economica della parrocchia e delle sue attività pastorali.

Torna all'elencoo

Gruppo Sacristi

Nel Gruppo Sacristi siamo attivi in 6 volontari, con i quali vengono formati 4 turni settimanali, che iniziano il lunedì e terminano la domenica sera. Gli orari di servizio vanno dalle ore 6.30 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 19.00.
Il servizio è molto impegnativo e a volte gravoso, se non venisse spesso sollevato da altri generosi volontari esterni. Auspichiamo che queste persone entrino a far parte integrante del gruppo, per alleggerirne l'impegno.
Occorre ricordare che siamo pensionati ed anziani, con età che va dai 70 agli 80 anni. Urge pertanto sensibilizzare le istituzioni parrocchiali, perchè promuovano l’entrata di altre persone, che trovino tempo e soprattutto amore, dedizione e generosità, per conservare e anche migliorare questo nobile servizio, svolto a favore della comunità parrocchiale.

Torna all'elencoo

Gruppo volontarie per la cura della biancheria

Il nostro gruppo esegue il lavaggio e lo stiraggio di manutergi, purificatoi, corporali, asciugamani, tovaglie e altra biancheria liturgica.
Siamo impegnate in 6 persone, per circa 3 giorni la settimana.
L'ordine, la custodia e la conservazione delle tovaglie degli altari sono curate periodicamente da 2 persone.

Torna all'elencoo

Gruppo volontarie per la pulizia della chiesa

Questo servizio riguarda la pulizia dei banchi, dei mobili e di altro arredo ecclesiale.
Siamo impegnate, con turni settimanali di due ore, in 4 gruppi, di circa 4 persone ciascuno, con riferimento ai 4 gruppi dei sacristi.

Torna all'elencoo

Manutentori ambienti parrocchiali

La manuntezione e la conservazione degli ambienti parrocchiali è gestita da alcuni volontari, che risolvono le situazioni più o meno problematiche con adeguati interventi tecnici.

Torna all'elencoo

Segreteria Canonica

Il gruppo che presta servizio di volontariato nella Segreteria della Canonica è composto da circa dodici persone.
I compiti della Segreteria sono i più svariati e ognuno cerca di svolgere al meglio quello che ritiene più adeguato alle proprie competenze: sono compresi il rispondere al telefono, la registrazione delle Messe di suffragio, la registrazione di morti, battesimi, cresime, matrimoni, con relative comunicazioni alle parrocchie di Battesimo, sia in forma cartacea che elettronica. Inoltre ci occupiamo di aggiornare costantemente l'archivio anagrafico elettronico della parrocchia, attraverso la costituzione delle nuove famiglie.
Altri compiti importanti sono: la ricerca, negli archivi antichi, di persone battezzate da tempo, per soddisfare vari tipi di richieste, tra cui anche quelle di tutti gli stranieri che sperano nella cittadinanza italiana; la preparazione delle offerte della settimana, con relativo versamento per le banche e altri lavori inerenti le attività della parrocchia (elenchi, fotocopie, ....).

Torna all'elencoo

GRUPPI DI COLLABORAZIONE CON LA PARROCCHIA

Gruppo Alpini

Il Gruppo Alpini si è costituito all’inizio degli anni ’20, per spirito patriottico e associativo.
Dal 1970 ad oggi, ha cercato di mettere in atto l’articolo 1 dello Statuto Nazionale:
“L’Associazione Nazionale Alpini è un’Associazione d’Arma che opera anche nel volontariato sociale, culturale e ricreativo, senza scopo di lucro.”
Negli anni, grazie agli introiti ricavati dalle varie manifestazioni, siamo riusciti a dotarci di una Baita e a sostenere con vari aiuti le associazioni di volontariato, locali e non (Sudan, Mozambico, Brasile).
Il lavoro che unisce Alpini giovani e “veci”, familiari e amici degli Alpini, contribuisce a tener vivo lo spirito associativo e comunitario.
I soci iscritti sono 180 (160 Alpini, 20 Amici degli Alpini).

Torna all'elenco